Home » Svizzera, gioco d’azzardo: modifiche sulla tassazione delle vincite elevate

Svizzera, gioco d’azzardo: modifiche sulla tassazione delle vincite elevate

Svizzera, gioco d’azzardo: modifiche sulla tassazione delle vincite elevate

In futuro le vincite del gioco d’azzardo a partire da un milione di franchi dovranno sempre essere tassate nel luogo in cui si trovava il vincitore al momento della vincita. Il Parlamento si è espresso a favore di ciò.

Il Consiglio nazionale svizzero, in qualità di secondo Consiglio, con 96 voti favorevoli, 88 contrari e 2 astenuti, ha sottoposto al Consiglio federale una mozione dell’ex consigliere agli Stati Roberto Zanetti (SP/SO). La maggioranza di SP, Centro, Verdi e GLP ha concordato e ha vinto su una minoranza di SVP e FDP.

La maggioranza sostiene che esiste una lacuna nella legge sull’armonizzazione fiscale. Se ad esempio vinci alla lotteria il 2 gennaio e ti trasferisci in un altro cantone il 30 dicembre dello stesso anno, questa vincita ti verrà tassata nel nuovo cantone di residenza.

In casi particolarmente eclatanti, Comuni e Cantoni hanno perso milioni, nonostante avessero messo a disposizione infrastrutture e servizi ai vincitori della lotteria per 364 giorni all’anno. Ciò è dovuto al principio stabilito dalla legge secondo cui il luogo in cui i contribuenti devono versare il proprio denaro dipende dal luogo di residenza alla fine dell’anno.

La legge sull’armonizzazione fiscale prevede già eccezioni per circostanze particolari. Finora le uniche eccezioni a questo principio sono le prestazioni in capitale delle casse pensioni e i pagamenti in caso di decesso e per svantaggi fisici o di salute permanenti.

Questa disposizione eccezionale deve essere estesa alle grandi vincite della lotteria o del gioco d’azzardo, è stato detto in Parlamento. Il Consiglio degli Stati ha accolto la mozione senza opposizione. Anche il Consiglio federale ha sostenuto la richiesta.

Probabilmente il divario si spiega con il fatto che una volta vincere milioni alle lotterie era estremamente raro, ha affermato il deputato Zanetti nel primo consiglio. Oggi, invece, si parla sempre di vincite milioni a doppia o addirittura tripla cifra. Una modifica della legge creerebbe “un po’ più di equità”. “Dove le persone consumano, pagano anche”.

Gli oppositori della nuova regolamentazione hanno sottolineato in particolare il maggiore onere amministrativo che i Cantoni dovrebbero sostenere a causa del necessario coordinamento – solo per circa venti-trenta casi all’anno in tutta la Svizzera. Inoltre i Cantoni potrebbero intervenire già oggi in caso di evasione fiscale.

Nell’attuazione della mozione si persegue anche l’armonizzazione tra i Cantoni, il che, secondo la minoranza, rappresenta una violazione della sovranità fiscale dei Cantoni. Nell’attuazione della proposta chiede ora che le vincite della lotteria o del gioco d’azzardo vengano tassate separatamente, analogamente alle prestazioni in capitale della previdenza.